Anas: siglata l’ipotesi di rinnovo del CCNL 2022-2024

Pierpaolo Maselli, Coordinatore generale Uilpa Anas
Pierpaolo Maselli, Coordinatore generale Uilpa Anas

Una dichiarazione di Pierpaolo Maselli, Coordinatore generale UILPA Anas

 

Come si è arrivati a questa preintesa?

Noi avevamo già presentato la piattaforma contrattuale alla precedente amministrazione. Poi c’è stato un cambio di gestione in Anas e dunque abbiamo dovuto ripresentarla. La trattativa è stata molto serrata, rapida e soddisfacente per entrambe le parti. La nuova amministrazione aveva esigenze diverse, per cui abbiamo lavorato in maniera rapida per evitare un altro anno di vacanza contrattuale.

 

Cosa prevede l’accordo?

Siamo riusciti a bloccare la mobilità riservata ai lavoratori con una sorta di accordo-tampone per far assumere persone sui cantieri. Questo è l’aspetto più importante dell’accordo. Inoltre abbiamo potenziato l’apprendistato professionalizzante, per cui l’azienda può assumere con contratti a tempo indeterminato, facendo la formazione ai lavoratori, pagandoli un po’ meno per alcuni mesi. Ciò rappresenta un vantaggio per l’azienda, che all’atto dell’assunzione risparmierà qualcosa, ma questo è un incentivo ad assumere.

 

E sul piano economico?

Noi abbiamo spinto per aumentare il minimo tabellare, che negli anni scorsi si attestava sui 120 euro sul profilo medio. Quest’anno siamo arrivati a 160 euro mensili. È stato poi siglato un accordo che prevede l’erogazione di un contributo Welfare di 300 euro a dipendente. In sintesi, abbiamo dato una risposta ai lavoratori per quanto riguarda la perdita del potere di acquisto delle retribuzioni.

 

Prossime tappe?

A gennaio ci saranno le assemblee sui territori per far approvare l’ipotesi di accordo. Scioglieremo la riserva entro i primi di febbraio e a quel punto, avuta l’approvazione delle assemblee, il contratto diventerà effettivo.

 

COMUNICATO STAMPA UNITARIO IN PDF

 

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti