Banner

UILPA MIC. «Per valorizzare le Rsu si dovrebbe investire di più in comunicazione.» Intervista a Beatrice Cristini

Beatrice Cristini

Come giudica la sua esperienza come delegato RSU?

 

Sicuramente positiva. Un’esperienza che ti fa trascendere dall’essere un semplice dipendente impegnato nelle sue mansioni, per diventare un tutt’uno con l’organizzazione e i colleghi. Ci si occupa dei problemi più vari, si approfondiscono le relazioni interpersonali all’interno dell’ufficio e si cerca di aiutare ogni singolo lavoratore. Non esiste la bacchetta magica è ovvio, ma quello che fa la differenza, e che ritrovo anche nel modo di fare sindacato della UILPA, è l’attenzione e il rispetto verso ogni singolo dipendente.

 

Nella sua realtà lavorativa l’amministrazione rispetta il ruolo e le funzioni della RSU stabiliti nel CCNL?

 

Al Ministero della Cultura la situazione è abbastanza buona. Tuttavia, quando può, l’amministrazione cerca di metterci in difficoltà con circolari emanate all’ultimo minuto, incontri fissati il giorno prima, semplici informative invece di un confronto e così via. Penso che l’amministrazione dovrebbe considerarci maggiormente perché noi conosciamo le dinamiche più profonde dell’ufficio, i problemi e le aspettative del personale.

 

Secondo lei, i suoi colleghi vedono la RSU come uno strumento efficace per risolvere i loro problemi?

 

Per una minoranza sì. Se si vuole estendere questa consapevolezza occorrerebbe un maggiore investimento in comunicazione per valorizzare quello che facciamo quotidianamente. Bisognerebbe poi sensibilizzare maggiormente i colleghi per farli avvicinare sindacato. Ci sono colleghi che perdono fiducia nell’azione collettiva o che addirittura si distaccano dal sindacato. Anche con costoro andrebbe instaurato un dialogo costante per fargli capire l’importanza delle organizzazioni dei lavoratori e in particolare della Uilpa. Insomma, investire tempo e risorse nella comunicazione è fondamentale anche nei confronti di quei colleghi che danno per scontata la nostra attività e quindi ai loro occhi diventiamo quasi invisibili.

 

Manca circa un anno alle prossime elezioni RSU: si candiderà di nuovo?

 

Sì, perché come le dicevo questa esperienza mi dà qualcosa in più ogni giorno. Mi sento migliorata sia professionalmente che umanamente. Poi perché sono molto legata alla Uilpa. Con questa organizzazione voglio cercare di migliorare le condizioni di lavoro in modo da offrire ai cittadini servizi sempre più di qualità.

 

A cura dell’Ufficio comunicazione UIL Pubblica Amministrazione

 

Roma, 29 maggio 2024

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti