uilpa logo testataiscriviti alla uilpa

Dalla Corte dei Conti arriva la conferma, come denunciato più volte dalla Uil, che negli ultimi anni la lotta all’evasione ha registrato un arretramento.

La Legge delega sulla riforma fiscale che il Governo presenterà deve partire assolutamente da una svolta epocale nella lotta all’evasione.
Senza questa svolta ogni riforma fiscale è destinata a perpetuare iniquità ed ingiustizia verso i lavoratori dipendenti e i pensionati, che sono i soggetti a più alta fedeltà fiscale.

La Uil ha avanzato proposte richiamate oggi anche dalla stessa Corte dei Conti, quali l’estensione della ritenuta alla fonte per il lavoro autonomo, l’ampliamento della fatturazione elettronica anche per i regimi forfettari e l’incrocio di tutte le banche dati della pubblica amministrazione. Solo così la riforma fiscale potrà dare un contributo utile alla ricostruzione economica, sociale e civile del nostro Paese.

Domenico Proietti, Segretario confederale Uil