Mer. 21 Febbraio 2024 - 09:34

Incentivo per rinunciare a Quota 103

Nella Gazzetta Ufficiale del 12 maggio scorso è stato pubblicato il Decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali 21-3-2023 che attua quanto previsto nell’ultima Legge di bilancio (art. 1, comma 286, legge n. 197/2022) in materia di incentivo alla rinuncia al c.d. “trattamento di pensione anticipata flessibile” (quota 103) per l’anno 2023.

I lavoratori che maturano i requisiti per l’accesso alla pensione con quota 103 (41 anni di anzianità contributiva + 62 di età anagrafica), ma non intendono fruire di tale opzione, possono rinunciare all’accredito contributivo della quota di contributi a loro carico, che verrà quindi corrisposta  in busta paga fino al conseguimento di una pensione diretta o al raggiungimento dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia.

Per gli aspetti tecnici si attende ora l’emanazione delle istruzioni operative dell’INPS.

 

DM Lavoro 21-3-2023 incentivi al posticipo del pensionamento

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti