Banner

Veronese (UIL). PNRR, dubbi sulla rimodulazione

Esprimiamo più di qualche dubbio sulla rimodulazione dei progetti del PNRR, a partire dalla questione del dissesto idrogeologico sino a quelle relative agli alloggi per gli studenti universitari e alle opere infrastrutturali definanziate.

 

Tra l’altro, questa rimodulazione conferma i ritardi nella messa a terra dei progetti e non risolve l’annoso problema delle istituzioni di fare spesa per investimenti in “tempi europei”. Non ci stancheremo di ripeterlo: servono assunzioni stabili nella pubblica amministrazione centrale e locale in grado di programmare e spendere l’enorme “tesoretto” dei fondi europei e nazionali costituito dal PNRR e dai fondi per la coesione europei e nazionali. Attendiamo di essere coinvolti in un confronto vero e non formale.

 

Adesso, condividendo appieno le sagge parole del Presidente della Repubblica: “pancia a terra e al lavoro”.

 

Ivana Veronese, Segretaria confederale UIL

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti