testata uilpait  

Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne

PER DARE VOCE A CHI NON CE L'HA........

In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne la UILPA insieme al centro di ascolto nazionale UIL Mobbing & Stalking e alla UIL Polizia, UILM, UILCOM, UILA, UILTEMP, UIL OO.CC., UILSCUOLA, UIL Pensionati, UILTEC, UIL Poste, Feneal, UILTUCS, UIL Trasporti, UIL RUA e UILCA ha organizzato una manifestazione statica che si svolgerà a Roma Sabato 23 Novembre p.v. presso Largo Goldoni dalle ore 11,00 alle ore 13,30.
Qui il volantino che distribuiremo

stop violenza

La manifestazione prenderà il via attraverso una rappresentazione, sul tema delle donne "Incontri e addii" realizzata da un'artista di strada che dall'alto dei suoi trampoli pubblicizzerà slogan per diffondere la cultura alla NON-VIOLENZA.

A seguire, le donne delle varie categorie UIL, attraverso la lettura, daranno voce ad alcune storie di violenza tratte dal libro scritto da Serena Dandini "Ferite a morte".

Questa manifestazione vuole essere l'occasione per parlare di femminicidio con la gente comune, per coinvolgere la cittadinanza alla cultura del rispetto delle donne, della pari dignità e della NON-VIOLENZA, per coinvolgere di più le nostre istituzioni a fare di più per la difesa delle vittime, per sperare che si realizzi anche in Italia un "Metodo Scotland" come in Inghilterra.

In Italia la legge n.119 del 15.10.2013 per il contrasto alla violenza di genere è sicuramente un buon inizio ma è ancora troppo poco. E' necessario attuare progetti integrati come proposto nel "metodo Scotland" in Inghilterra, realizzare per le vittime un piano integrato con servizi funzionali: interconnessione tra sistema giudiziario, polizia, servizi medico-sanitari e sociali, coinvolgimento del datore di lavoro, protezione e assistenza.

Le vittime hanno bisogno di supporto e di giustizia, devono avere la consapevolezza che non sono sole. Bisogna intervenire sugli autori di violenze sessuali, riportandoli all'umanità. Ma la cosa più importante è educare, sin dalla primissima infanzia, alla NON-VIOLENZA, al rispetto della dignità e delle relazioni.

Noi donne e uomini della UILPA crediamo che "insieme si può" e partecipiamo con convinzione, per 365 giorni, affinchè la donna possa essere finalmente libera.

La manifestazione sarà ripresa dalla UILWEBTV.


"Incontri e....addii"

I personaggi, nella loro gestualità e mimica, si alternano danzando al ritmo della musica, originale e creata su misura per ognuno di loro. Si incrociano continui frammenti di immagini, figure che si succedono cambiando oggetti, accessori, costumi. Il tutto a scena aperta condividendo con il pubblico le trasformazioni.

Una figura ad ispirazione giapponese danza con dei ventagli, un uccello matto si stupisce incontrando il mondo degli uomini e fugge impaurito, una bambola-ballerina tenta di eseguire pose di danza classica senza successo e poi si consola divertendosi a giocare con due lunghi nastri colorati fra le nuvole. Per finire la super donna, la sensuale, la "tanghera" o la sciantosa, come direbbero a Napoli.

Una galleria di donne compone il quadro dalle diverse sfaccettature esposto in questa

performance. Un pretesto, un gioco per comunicare e condividere un momento fuori dal

quotidiano.

Un incontro e un inevitabile addio.

 

giapponese

 

Appello contro la violenza sulle donne dell'attrice Piera degli Espositi