testata uilpait  

La UILPA non va in vacanza! Oggi, 20 agosto 2018, le più importanti agenzie di stampa italiane  - Ansa, Adnkronos, Agi, Labitalia - hanno rilanciato le dichiarazioni del Segretario Generale della Uilpa Nicola Turco sullo stato di degrado di moltissimi uffici giudiziari, che mettono a repentaglio la sicurezza non solo dei lavoratori che vi operano ma anche dei cittadini utenti. Lo Stato, in quanto tale,  produce norme e detta regole importanti per il mondo del lavoro e per i cittadini, che in quanto tali vanno rispettate! Ma poi lo stesso Stato - anche in qualità di datore di lavoro pubblico - dovrebbe per primo rispettarle ed impedirne la violazione!
 
CLICCA DI SEGUITO PER LEGGERE IL COMUNICATO SU ANSA ECONOMIA
 
 
GLI ALTRI RILANCI:
 
20/08/2018 09:37:00 KRONOS CRONACA CRO GIUSTIZIA: UILPA, LO STATO E' IL PEGGIOR DATORE DI LAVORO (2) N
Visualizza 25120377 20/08/2018 09:37:00 KRONOS CRONACA CRO GIUSTIZIA: UILPA, LO STATO E' IL PEGGIOR DATORE DI LAVORO Y
GIUSTIZIA: UILPA, LO STATO E' IL PEGGIOR DATORE DI LAVORO = ma nessuno pensi di rimanere impunito! Roma, 20 ago. (AdnKronos) - ''A Bari, la città senza tribunale, in cui si è passati dalla giustizia in tenda al fermo attività fino al prossimo mese di ottobre, si accumuleranno ben 70mila notifiche''. Lo afferma il Segretario Generale della Uilpa, Nicola Turco, commentando l'attuale situazione della Giustizia e citando al riguardo anche l'emblematico caso di Reggio Calabria, ''la città con gli uffici dalle cancellerie invivibili dove - nonostante le segnalazioni - permangono situazioni di disagio estremo a causa del malfunzionamento degli impianti di climatizzazione e della sigillatura delle finestre in attesa della loro sostituzione mentre continuano ad essere sparsi ed accatastati lungo i corridoi i faldoni dei fascicoli, che in caso di emergenza impedirebbero le vie di fuga''. ''Per non parlare poi del Tribunale di Termini Imerese, che nell'Ufficio notifiche esecuzioni e protesti ospita addirittura i topi -continua Turco- E potremmo aggiungere ancora Napoli, Roma, Milano e altre città, un lungo elenco di sedi ove oltretutto è forte la presenza della criminalità organizzata, che impone carichi di lavoro di gran lunga superiori alla media''. ''Tutto questo in presenza di un silenzio assordante sia da parte dei datori di lavoro - che nella fattispecie sono dei magistrati - sia da parte della politica nonché da quella dei media che si affannano invece a ricercare notizie di altra natura nel mondo del lavoro pubblico'' rimarca Turco, evidenziando come ''tali ultimi esempi del totale degrado in cui versano alcuni luoghi di lavoro pubblici non ci hanno certamente lasciato indifferenti e come Uilpa li abbiamo presi in carico perché meritano interventi immediati. E, amaramente, diciamo anche che essi mostrano tutta l'ironia della sorte!'' (segue) (Rem/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 20-AGO-18 09:36 NNN
 
(AGI) - Bari, 20 ago. - "A Bari, la citta' senza tribunale, in cui si e' passati dalla giustizia in tenda al fermo attivita' fino al prossimo mese di ottobre, si accumuleranno ben 70mila notifiche". Lo afferma il segretario generale della Uilpa, Nicola Turco, commentando l'attuale situazione della Giustizia e citando al riguardo anche l'emblematico caso di Reggio Calabria, "la citta' con gli uffici dalle cancellerie invivibili dove - nonostante le segnalazioni - permangono situazioni di disagio estremo a causa del malfunzionamento degli impianti di climatizzazione e della sigillatura delle finestre in attesa della loro sostituzione mentre continuano ad essere sparsi ed accatastati lungo i corridoi i faldoni dei fascicoli, che in caso di emergenza impedirebbero le vie di fuga". Prosegue Turco: "per non parlare poi del Tribunale di Termini Imerese, che nell'Ufficio notifiche esecuzioni e protesti ospita addirittura i topi. E potremmo aggiungere ancora Napoli, Roma, Milano e altre citta', un lungo elenco di sedi ove oltretutto e' forte la presenza della criminalita' organizzata, che impone carichi di lavoro di gran lunga superiori alla media". "Tutto questo in presenza di un silenzio assordante sia da parte dei datori di lavoro - che nella fattispecie sono dei magistrati - sia da parte della politica nonche' da quella dei media che si affannano invece a ricercare notizie di altra natura nel mondo del lavoro pubblico" rimarca Turco, evidenziando come "tali ultimi esempi del totale degrado in cui versano alcuni luoghi di lavoro pubblici non ci hanno certamente lasciato indifferenti e come UILPA li abbiamo presi in carico perche' meritano interventi immediati. E, amaramente, diciamo anche che essi mostrano tutta l'ironia della sorte!".( AGI)Red (Segue) 201116 AGO 18 NNNN
 
LAV 0 LAB LAV NAZ GIUSTIZIA: UILPA, LO STATO E' IL PEGGIOR DATORE DI LAVORO = ma nessuno pensi di rimanere impunito! Roma, 20 ago. (Labitalia) - ''A Bari, la città senza tribunale, in cui si è passati dalla giustizia in tenda al fermo attività fino al prossimo mese di ottobre, si accumuleranno ben 70mila notifiche''. Lo afferma il segretario generale della Uilpa, Nicola Turco, commentando l'attuale situazione della Giustizia e citando al riguardo anche l'emblematico caso di Reggio Calabria, ''la città con gli uffici dalle cancellerie invivibili dove - nonostante le segnalazioni - permangono situazioni di disagio estremo a causa del malfunzionamento degli impianti di climatizzazione e della sigillatura delle finestre in attesa della loro sostituzione mentre continuano ad essere sparsi ed accatastati lungo i corridoi i faldoni dei fascicoli, che in caso di emergenza impedirebbero le vie di fuga''. ''Per non parlare poi del Tribunale di Termini Imerese, che nell'Ufficio notifiche esecuzioni e protesti ospita addirittura i topi -continua Turco- E potremmo aggiungere ancora Napoli, Roma, Milano e altre città, un lungo elenco di sedi ove oltretutto è forte la presenza della criminalità organizzata, che impone carichi di lavoro di gran lunga superiori alla media''. ''Tutto questo in presenza di un silenzio assordante sia da parte dei datori di lavoro - che nella fattispecie sono dei magistrati - sia da parte della politica nonché da quella dei media che si affannano invece a ricercare notizie di altra natura nel mondo del lavoro pubblico'' rimarca Turco, evidenziando come ''tali ultimi esempi del totale degrado in cui versano alcuni luoghi di lavoro pubblici non ci hanno certamente lasciato indifferenti e come Uilpa li abbiamo presi in carico perché meritano interventi immediati. E, amaramente, diciamo anche che essi mostrano tutta l'ironia della sorte!''. (segue) (Lab/Labitalia) ISSN 2499 - 3166 20-AGO-18 14:10 NNN