testata uilpait  

Oggi una grande amica, una grande donna, una grande dirigente sindacale ci ha lasciato e ci mancano le parole per esprimere quello che proviamo.

Cara Mimma, nessuno di noi avrebbe mai immaginato che questo giorno sarebbe arrivato così all'improvviso e che saremmo stati qui a ricordare insieme la bella persona che sei stata, il tuo coraggio, la tua forza d’animo, la tua determinazione, il tuo entusiasmo, la tua grinta e la tua allegria, infine - ma non per importanza - la tua generosità ed il tuo altruismo. Nessuno, insomma, avrebbe mai pensato che saresti diventata un angelo prima di tutti noi e senza avvisarci con i tuoi soliti mesi di anticipo.

Tutti ricordiamo quanto fosse bello e radioso il tuo sorriso, quanto fiero fosse il tuo sguardo e quanto rassicuranti fossero le tue parole; tutti ti abbiamo conosciuto come una grande collega, ma prima di tutto come una grande amica.

Hai dedicato una vita intera al nostro Sindacato, sei stata una delle colonne portanti della Uil Pubblica Amministrazione, hai condotto e vinto grandi battaglie, senza arrenderti mai. E sei stata un esempio per molti di noi, una grande maestra di vita e di Sindacato.

Avevi un bellissimo difetto: la tua grande professionalità, quella che ti impediva di affrontare le cose senza prima aver acquisito tutte le conoscenze e le competenze necessarie. La tua precisione era certosina.
Nessuno di noi potrà mai dimenticarti, nessuno di noi potrà mai dimenticare il tuo sorriso e la tua voglia di vivere. Ora siamo tutti un po' gelosi: chissà dove sarai adesso e chissà chi potrà gioire assieme a te, guardarti negli occhi e farsi una fragorosa risata, come quelle che facevi insieme a noi. Siamo gelosi perché noi potremo guardarti solo in foto, non potremo più abbracciarti e tutto quello che resta di te è racchiuso nei nostri ricordi.

Mancherai a tutti, agli amici di sempre e a quelli conosciuti da poco. Ci mancherai in tutti i modi in cui una persona può mancare e immaginiamo che anche per te sarà lo stesso.

Ciao Mimma, riposa in pace.