-di Pasquino il T…EMP…lare-

“Uno” che quarcuno chiama “er pregiudicato”
è ito in fissa e in testa s’è ficcato
l’idea d’esse’ della Repubblica eletto presidente
così che puro sur colle possa fa’ er concupiscente
E mentre sur Quirinale gia l’ombra s’allunga
di un rinnovato bunga bunga
già sogna le divertenti e allegre sere
allietate da belle e giocose corazziere
Ma mo’ li scherzi mettemoli da parte
capimo che così nun se riparte
e pensa’ de vedello ar posto che fu de Pertini e Ciampi
me gira tutto … e me vengheno li crampi
Ma ‘ndo sei ita a fini’ Sora Memoria?
Possibile che nun s’aricordamo più la storia?
Ma come scordasse che negli slip delle olgettine
vestite da finte crocerossine
il nostro “patriota” metteva gioielli e banconote
assicurando a quarcuna ricche carriere come dote?
Ma come scordasse la condanna penale
che ha scontato cor servizio sociale
andanno a porta’ caramelle negli ospizi
mentre che ancora se toglieva i peggio sfizi?
E allora pe’ favore semo seri
trovamo patrioti veri
gente onesta cui pote’ affida’
le alte e pesanti responsabilità
Ricordi le risate quanno alla Merkel le corna je faceva
o dall’operaia russa un bacio abbracciandola voleva ?
E mo’ senza ‘n filo de vergogna
Invece che in piazza sulla gogna
dopo le figuracce che c’ha fatto sopporta’
lo dovemmo vede’ dar Colle sta’ a continua’ ?
Ma semo tutti in preda alla pazzia
o è un altro effetto della pandemia?
I Padri della Patria e quelli Costituenti
a senti’ gira’ ste voci squallide e avvilenti
se staranno a rivorrà’ dentro la fossa
speranno che ‘sta follia realizzasse nun se possa
E poiché ‘sto Paese noi l’amamo
in mano a certa gente nu je lo lassamo