Il meglio di Uilpa.it | Speciale RSU. Intervista a Roberta Buccomino, dell'Ag. Dogane Emilia-Romagna e Marche. 1 aprile 2022

Quali sono i maggiori problemi del suo ufficio?

Il mio ufficio risente dell'incertezza derivante da una fondamentale fase di transito a livello macro-organizzativo, che inevitabilmente si ripercuote sulle attività e nei progetti a lungo termine, portando ad una condizione di perenne incertezza. Ne deriva anche una carente valorizzazione del personale, che talvolta si trova a dover svolgere attività senza avere una reale prospettiva di crescita. Si aggiunga anche il tema dello smart working, che periodicamente subisce variazioni dovute alla contingenza del momento, impedendo una più efficiente gestione del lavoro.

Quali le proposte della Uilpa per fare fronte a queste difficoltà?

La Uilpa propone di stabilizzare e definire l’attività lavorativa in regime di smart working, ponendo dei punti fermi, così da non dover rimettere tutto in discussione in qualsiasi momento. In questo contesto il confronto con le amministrazioni centrali è molto importante, per gestire al meglio questa fase di transizione e cambiamento, affinché nessun lavoratore si senta lasciato indietro, ma sia il più possibile informato su ciò che accade.

Perché i lavoratori dell’Agenzia dovrebbero preferire i candidati Uilpa, rispetto ad altri sindacati?

La Uilpa vuol essere di supporto ai lavoratori nel raggiungimento dei propri obiettivi, rappresentarli nei momenti di difficoltà, con l'intento di non farli sentire soli. Questo supporto si traduce anche in termini di sensibilizzazione sui propri diritti e di informazione sulle tematiche più attuali e/o sensibili come lo smart working, la valutazione del personale, la tutela della genitorialità e così via.

Come vede la prospettiva e il ruolo del sindacato nel complesso mondo del lavoro contemporaneo?

Il mondo del lavoro è in continua evoluzione e sia la Uil che la Uilpa rivestono un ruolo fondamentale nell’affrontare tematiche vecchie e nuove, quali: lo smart working, l’ammodernamento e la digitalizzazione dei processi, la valorizzazione delle competenze. Seguono l’evoluzione della normativa nelle sedi istituzionali, con l’obbiettivo di valorizzare i diritti attraverso un confronto continuo con la forza-lavoro. Dobbiamo continuare su questa strada e il ruolo delle Uil e della Uilpa sarà sempre fondamentale.

1 aprile 2022

specialersu2022 2

Allegati:
Scarica questo file (Entrate - DPCM 220722.pdf)Entrate - DPCM 220722.pdf149 kB