È un'altalena continua il nostro mercato del lavoro. Maggio ci consegna una flessione degli occupati, dopo una ripresa dei mesi scorsi. A scendere, i dipendenti a tempo indeterminato, un segnale negativo, a fronte della crescita continua degli occupati temporanei.

Il nostro mercato del lavoro deve fare un passo, di qualità. Non basta dire ci pensa il PNRR a creare occupazione, ad aiutare giovani e donne ad inserirsi nel mondo del lavoro. Occorre che la politica, con il supporto e la condivisione delle parti sociali, argini il precariato incentivando buona e stabile occupazione soprattutto per i giovani e le donne.

Sul target Giovani occorre procedere a valorizzare il contratto di apprendistato, oggetto di riunione di oggi con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. È necessario inoltre contrastare l'abuso dei tirocini e monitorare la qualità e il loro sbocco occupazionale.

Ivana Veronese, Segretaria confederale Uil