Sono pervenute alla scrivente O.S. numerose segnalazioni di malfunzionamento dei sistemi informativi in uso all’INL e della posta elettronica certificata. In più sedi territoriali, già dalla settimana scorsa, non funziona adeguatamente la casella di posta certificata. I problemi riguardano sia le PEC in entrata che in uscita: per dirla nella sostanza, le pec non partono né arrivano, ovvero arrivano se non dopo 4/5 giorni.

Nel contempo si sono registrati problemi nell’utilizzo del folium per la protocollazione degli atti.

Questo disservizio, oltre a cagionare un danno enorme all’Amministrazione (la PEC ha valore di notifica della ricezione degli atti), costituisce un disservizio all’utenza e un aggravio di lavoro dei dipendenti che si trovano a dover protocollare e/o ad inoltrare numerose PEC arretrate.

Inoltre, le lavoratrici ed i lavoratori dell’Ispettorato del Lavoro da mesi lamentano le difficoltà operative nell’utilizzo dell’applicativo per la gestione del personale. Ci è stato riferito che molti dipendenti risultano assenti ingiustificati in diverse giornate, e che addirittura parte del personale in servizio nelle sedi non risulta visibile nel CLOUD della sede stessa, sebbene correttamente inserito nella dotazione organica.

Ultimo ma non per ultimo, segnaliamo l’impossibilità ovvero la difficoltà operativa degli utenti abilitati dai singoli uffici per la gestione dei piani orari individuali o istituti contrattuali di cui alcuni dipendenti beneficiano che, a fronte di numerosi ticket aperti per avere assistenza, ad oggi continuano a non trovare soluzione. Non è possibile andare avanti così! Le infrastrutture informatiche devono funzionare! Occorre subito che chi di dovere intervenga perché nell’era digitale e nell’ottica della dematerializzazione questa cosa è inaccettabile!

Ilaria Casali - Coordinatrice generale UILPA Lavoro

Roma, 22 giugno 2022