Lunedì scorso si è svolta a Roma l’Assemblea RLS Aziendali, di sito e Territoriali della Uil intitolata "Costruire la sicurezza insieme". L’incontro è stato presieduto dal Segretario Organizzativo, Emanuele Ronzoni, concluso dal Segretario generale, Pierpaolo Bombardieri e si colloca nel quadro della stagione congressuale Uil.

All’Assemblea hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza appartenenti ai più diversi ambiti della produzione e dei servizi sia pubblici che privati. La mattinata di lavori ha offerto loro l'opportunità di scambiare esperienze, riflessioni e buone pratiche.

Nell’Introduzione, la Segretaria Ivana Veronese, ha lanciato cinque proposte di miglioramento per la sicurezza sui luoghi di lavoro: più concretezza e continuità; più formazione ad ampio raggio e specifica; più informazione verso l’esterno e all’interno dell’Organizzazione, anche attraverso condivisioni di strategie categoriali; più connessione tra le diverse componenti e strutture del Sindacato interessate a vario titolo alla tematica, per aggredire il problema con un approccio sinergico; più Università, per stimolare nei giovani studenti l’approfondimento multidisciplinare delle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro (SSL).

La Coordinatrice nazionale Uilpa dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, Grazia Maria Delicio, è intervenuta illustrando l’attività di censimento e messa in rete RLS Uilpa: “Un’attività fortemente voluta dal Segretario Generale, Sandro Colombi e dalla Segreteria nazionale, per gestire le nuove esigenze presentatesi con l’emergenza pandemica e poi rivelatasi uno strumento utilissimo - tanto da essere stata messa a sistema - per garantire la costante e continua attività informativa e di aggiornamento di queste figure chiave per la tutela dei lavoratori.”

Nelle sue conclusioni Pierpaolo Bombardieri ha definito l’importanza del ruolo del RLS Aziendale, di Sito e Territoriale pari a quella di chi si occupa della contrattazione di secondo livello. Ha inoltre sottolineato come il tema della sicurezza ci induca a una riflessione più ampia sul tipo di Paese che vogliamo e ad interrogarci su cosa possiamo fare noi, prima ancora che su cosa possono fare gli altri. La risposta, ha continuato il segretario generale, deve muoversi su quattro direttrici: parlare di più di sicurezza, anche nelle scuole; rivendicare la formazione prima di entrare sui posti di lavoro; costruire una banca dati unica degli operatori della sicurezza e ipotizzare forme di assistenza ai familiari delle vittime.

A cura dell’Ufficio comunicazione Uilpa

Roma, 25 maggio 2022

rls 1

Pierpaolo Bombardieri, Segretario generale UIL

 

rls 2

Grazia Maria Delicio, Coordinatrice nazionale RLS Uilpa