Ancora una volta la UILPA è motore di progresso.

Ancora una volta un sindacato riformista risponde concretamente ai bisogni delle persone.

Dopo il CCNL Funzioni centrali, anche il CCNL Coni e Federazioni Sportive Nazionali, sottoscritto lo scorso aprile 2022, ha riconosciuto il diritto all’identità alias a favore di quei lavoratori che abbiano intrapreso, ai sensi della L. n. 164/1982, la transizione di genere.

Pertanto, i suddetti dipendenti, nelle more del completamento del suddetto iter giudiziario, avranno diritto, sul luogo di lavoro, all’anticipazione di alcuni effetti dello stesso, con particolare riferimento all’utilizzo anche a livello istituzionale del nominativo di elezione evitando, così, situazioni di disagio dovuto al doversi relazionare con i colleghi e/o l’utenza con il “dead name” (usare il nome e il genere di una persona transgender che le apparteneva prima del cambio di identità sessuale) o addirittura episodi di “misgendering” (linguaggio per descrivere una persona che non è adeguato al genere con cui si identifica).

La Segreteria Nazionale Uilpa

Roma, 4 maggio 2022