Quali sono i maggiori problemi del suo ufficio?

La carenza di personale è “il problema”. Il processo di “ottimizzazione delle risorse umane” procede senza limiti e si è tradotto in una diminuzione indiscriminata di personale, che comporta condizioni di lavoro insostenibili per chi resta a svolgerlo e un servizio certamente inferiore alle aspettative per l’utenza.

Si tratta di una situazione ormai conclamata e non si vede alcuna inversione di tendenza, per cui cresce la frustrazione nel personale, consapevole del declino a cui l’Amministrazione appare destinata.  

Quali le proposte della Uilpa per superare tali difficoltà?

Le proposte sono evidentemente quelle di invertire questo trend, aumentando le dotazioni organiche, insistendo a far presente che si tratta di attività, quali esami per il rilascio di patente di guida e controlli tecnici sui veicoli, che per la loro natura richiedono la presenza fisica del funzionario pubblico, a meno che lo Stato non rinunci ad un controllo diretto in un settore strategico come quella della Sicurezza Stradale. 

Perché i lavoratori del suo ufficio dovrebbero preferire le liste della Uilpa rispetto a quelle di altri sindacati?

Per la competenza di chi è chiamato a rappresentarli.

Come vede la prospettiva e il ruolo del sindacato nel complesso mondo del lavoro contemporaneo?

La RSU territoriale non può rinunciare a svolgere una funzione di controllo sull’efficacia e sulla fattibilità delle iniziative dell’Amministrazione, verificando che il lavoro si svolga nel rispetto delle norme e dei contratti. Deve essere capace di rappresentare l’interesse dei lavoratori consapevole che essi depongono la loro fiducia nei propri rappresentanti.

Ultimo, ma non meno importante, il sindacato deve assumere un ruolo propositivo, per raggiungere l’obiettivo di fornire un servizio più soddisfacente e migliorare le condizioni di lavoro.

14 marzo 2022

specialersu2022 2