I vigili del fuoco del comando provinciale di Chieti sono di nuovo in stato di agitazione per questioni legate alla mobilità interna del personale, lo rende noto il segretario generale della Uilpa Chieti, Donato D’Arcangelo. In una lettera sindacale al capo dipartimento, la Uilpa richiede il quarto stato di agitazione dopo la quarta mobilità interna "perché la parte pubblica - sostiene - omette i dati essenziali sulle specifiche carenze di sede/turno e le rispettive priorità di assegnazione tra le cinque sedi di servizio della provincia".

Il sindacato lancia accuse di poca trasparenza nelle procedure di mobilità, sottolineando come tanti lavoratori continuino a prestare servizio lontano dalla sede di residenza.

Per questi motivi è stato indetto lo stato di agitazione della categoria, assieme alla richiesta di attivazione della procedura di raffreddamento/conciliazione.