La nostra O.S., come già richiesto in precedenza e addirittura in pieno lock-down chiede a codesta Amministrazione la quantificazione dei cd risparmi maturati nel periodo emergenziale da redistribuire al personale.

Avevamo in tempi non sospetti sensibilizzato l’attenzione con varie iniziative tese a trovare una soluzione efficace per aiutare quelle famiglie che in questi ultimi anni hanno avuto delle difficoltà economiche. Ne facevamo una questione di solidarietà verso chi è più bisognoso, visti i tanti casi di famiglie in cui un familiare avevaanche perso il posto di lavoro oppure aveva dovuto chiudere la propria attività per un periodo di tempo o in modo definitivo, con tutte le conseguenze del caso.

In tali tempi anticipavamo e sollecitavamo che venisse trovato il giusto strumento normativo in cui si individuasse la disposizione che prevedesse la redistribuzione ai lavoratori pubblici delle risorse non erogate, relative ai buoni pasto nonché agli straordinari; nel momento in cui coattamente si lavorava, e in modo proficuo, nelle proprie abitazioni e con la propria dotazione informatica.

Nella Legge di Bilancio del 2021 il legislatore ha poi trovato la soluzione al problema dell’utilizzo di tali risorse con il disposto delcomma 870, art. 1, della legge 30 dicembre 2020, numero 178,che ha previsto la giusta riallocazione delle stesse.

Ora i tempi sono maturi per dare quindi attuazione a quanto già previsto dal richiamato comma 870, al fine dipermettere in sede dicontrattazione integrativadi allocare le suddette risorse non utilizzate inerenti le prestazioni di lavoro straordinario e i risparmi derivanti dai buoni pasto non fruiti dai lavoratori nel periodo temporale dell’emergenza epidemiologica.

Pertanto la nostra O.S. vuole conoscere i tempi e i criteri da adottarsi, nel nostro Dicastero, per la redistribuzione delle suesposte risorse appostate nello stato previsionale del MEF.

In attesa di riscontro si porgono

Roma 03 febbraio 2022

Coordinatore Generale           Il Coordinatore Sostituto       Il Vice Coordinatore       Il Responsabile Nazionale

Andrea G. Bordini                         Nicola Privitera                   Pantalea Anzalone           Giuseppe Ruscio