Si è svolto il 31 gennaio scorso, in sede di tavolo tecnico presso l’amministrazione giudiziaria, il programmato primo incontro sulla definizione dei criteri della terza procedura di progressione economica. Alla riunione hanno partecipato, per la parte pubblica, il Direttore Generale del personale, Leopizzi, il Direttore Generale del bilancio, Bedetta, ed il direttore dell’Ufficio I del Capo Dipartimento, D’Ancona.

Dopo un breve intervento introduttivo della delegazione di parte pubblica, CGIL CISL e UIL hanno preliminarmente reiterato la richiesta di ricevere una proposta di accordo da parte dell’amministrazione nonché l’invio dei dati relativi a tutti i lavoratori, distinti per figura professionale e posizione economica, che non hanno beneficiato della progressione economica in occasione delle procedure definite negli anni 2017 e 2018 nonché i dati relativi ai cancellieri esperti ed agli ufficiali giudiziari utilmente collocati nelle graduatorie formate in attuazione dell’art. 21 quater L. 132/15, al netto dei pensionamenti intervenuti nelle more, non ancora inquadrati rispettivamente nelle figure del funzionario giudiziario e del funzionario NEP.

» Clicca qui e leggi il comunicato integrale