Nella mattinata di oggi l’Aran ha presentato una nuova proposta sui differenziali stipendiali di importo più elevato rispetto a quella precedente e chiarendo meglio l’ipotesi di funzionamento del nuovo sistema.

Nelle prossime ore l’Agenzia provvederà ad inviarci alcuni dati relativi al potenziale di crescita retributivo del nuovo sistema per il personale già in servizio. Resta per noi inteso che qualunque ipotesi di soluzione, oltre che individuare un importo dei differenziali adeguato, deve far riferimento al necessario rifinanziamento dei fondi per la contrattazione integrativa, al fine di rendere le opportunità che il nuovo sistema offre esigibili per tutti gli enti e le amministrazioni del comparto.

Il tavolo è stato aggiornato a giovedì 11 novembre p.v..

Fp Cgil - Florindo Oliverio  |  Cisl Fp - Angelo Marinelli  |  Uil PA - Gerardo Romano e Federico Trastulli