uilpa logo testataiscriviti alla uilpa

-di Pasquino il T…EMP…lare-

Vede’ assaltata ‘na sede sindacale
è ‘na cosa che fa tanto tanto male
e a ognuno tornano alla memoria
immagini che so’ scorpite nella storia
come quanno i fascisti
che all’epoca se chiamaveno squadristi
daveno foco alle Camere der Lavoro
che s’opponevano alle violenze loro
Poi vennero gli assassinii dei Matteotti e dei Rosselli
e dei tanti che non appiattivano i cervelli
alla becera cultura dominante
che puntava all’impero mentre solo la fame era … imperante
E che te devo ricorda’ quer che segui’?
er confino pe’ Pertini l’esilio pe’ Nenni e nun finisce qui
le leggi razziali le guere coloniali
l’alleanza co’ quell’artri maiali
che voleveno conquista’ er pianeta
co’ ‘na brutalità che ancora c’inquieta
Ma la forza dei popoli ha dimostrato
che c’è sempre vicino er Sindacato
donne e ommini eletti mica nominati
che alla difesa dei diritti se so’ dedicati
E s’aricordi chi der duce ancor s’ammalia
che fra Piazza del Popolo e corso d’Italia
la strada è poca ma la distanza è tanta
e de certo la persona onesta la violenza nun l’incanta
la persona onesta che liberamente protesta
ragiona colla propria testa
Urla s’encazza critica er governo
ma ar fascio nun vole esse’ subalterno
Dialogo confronto rispetto delle idee di tutti
escluse ovviamente quelle delli
farabutti
così fa da sempre er Sindacato
cominciasse a fallo pure chi sta ar potere ma se l’è scordato