Documento di riflessione della UIL - servizio lavoro, coesione e territorio - sull'Audizione informale presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica sul Decreto legge 127/2021 relativo alle misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l'estensione dell'ambito applicativo della certificazione verde covid-19 e il rafforzamento del sistema di screening.

Ringraziamo la Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica per averci invitato a questa audizione.

La ripresa economica è possibile se riusciremo a contrastare la pandemia, e da questo punto di vista occorrerà concentrare tutti gli sforzi necessari per una campagna vaccinale serrata
che travalichi i confini consentendo il vaccino a tutti perché se non c’è salute, non ci sarà ripresa per nessuno.

Siamo stati tra i primi a raccogliere le firme per chiedere la sospensione dei brevetti sui vaccini anti covid per tutti. Noi siamo convinti che non vi debba essere nessun profitto sulla pandemia e che tutti i cittadini nel mondo abbiano diritto alla protezione dal covid. Quindi siamo favorevoli all’obbligo vaccinale per legge, ma diciamo che il Governo ha scelto la scorciatoia con il Decreto-legge oggetto dell’audizione di oggi, introducendo l’obbligatorietà dell’impiego del Green pass alle lavoratrici e lavoratori delle amministrazioni pubbliche e a chiunque svolga un’attività lavorativa nel settore privato, nonché per i magistrati negli uffici giudiziari...

» IN ALLEGATO IL DOCUMENTO COMPLETO IN PDF