Il post quota 100 continua ad essere motivo di discussione nel dibattito politico, tra i sindacati e tra i lavoratori che vorrebbero comprendere quale sarà la propria sorte dal 1 gennaio 2022, ad oggi, infatti, se non si opterà per misure alternative entro il 31/12/2021, data in cui verrà meno l’attuale norma pensionistica sperimentale, tornerà in auge, in toto e soprattutto per tutti, la Riforma Fornero.

Nei giorni scorsi la commissione istituzionale sui lavori gravosi ha certificato che i lavori non sono tutti uguali, ecco perché ora più che mai, ci dice Domenico Proietti, segretario confederale della Uil, con cui abbiamo avuto il piacere di confrontarci, il Governo deve avviare un confronto con il sindacato per avviare un pacchetto di misure equee giuste per milioni di lavoratori in attesa. Eccovi le sue considerazioni emerse da questa intervista in esclusiva.

» LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO