07.04.2010 - CONDANNATA LA DIREZIONE REGIONALE INPS DEL PIEMONTE PER COMPORTAMENTO ANTISINDACALE

IL TRIBUNALE DI TORINO, SEZIONE LAVORO, CON SENTENZA DEL 2.4.2010, AI SENSI DELL'ART. 28 LEGGE 300/70, HA DICHIARATO L'ANTISINDACALITA' DELLA CONDOTTA DELLA DIREZIONE REGIONALE INPS, PER DIVERSE VIOLAZIONI DEGLI OBBLIGHI DI INFORMAZIONE, CONCERTAZIONE E ALTRI COMPORTAMENTI LESIVI DEL SISTEMA DI PRTECIPAZIONE SINDACALE PREVISTO NEI CCNL. IN PARTICOLARE IL GIUDICE HA AFFERMATO CHE LE MATERIE DI CUI SOPRA DOVEVANO CONTINUARE AD ESSERE REGOLATE DAI VIGENTI CCNL, ANCHE A SEGUITO DELL'ENTRATA IN VIGORE DELLA RIFORMA BRUNETTA,  ALMENO PER TUTTO IL PERIODO TRANSITORIO PREVISTO DAL DLGS 150/2009.  IN SOSTANZA IL GIUDICE HA NEGATO ALLA RIFORMA BRUNETTA VALIDITA' RETROATTIVA PER LE MATERIE INNOVATIVE COME QUELLE DELL'ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEL SISTEMA DI PARTECIPAZIONE SINDACALE. DUNQUE I CCNL INTEGRATIVI DOVRANNO CONTINUARE AD ESSERE APPLICATI PER TUTTO IL 2010.