testata uilpait  

Vinto il ricorso della UILPA per il ripristino del diritto al buono pasto per i dipendenti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Catania, presentato dal nostro dirigente sindacale Andrea Mangraviti, e dichiarata antisindacale la condotta del Direttore, ai sensi dell’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori.

Giustizia fatta, dunque, per i lavoratori in servizio presso l’Amministrazione doganale di Catania i quali, nonostante l’articolazione dell’orario di lavoro su cinque giorni settimanali (8 ore al giorno), avevano subìto l’illegittima sospensione del diritto alla fruizione del buono pasto, in palese violazione dell’accordo decentrato di sede stipulato nel 2008 nonché della vigente disciplina contruattuale generale che regola la materia.

Il Giudice del Lavoro del Tribunale Civile di Catania, con la sentenza del 10 febbraio u.s., che si pubblica in allegato, ha riconosciuto le ragioni dei lavoratori, fatte valere attraverso il ricorso della UILPA, consentendo ai medesimi di riappropriarsi di un diritto indebitamente e illegittimamente sottratto.

Siamo estremamente soddisfatti della sentenza di Catania: non si tratta di un episodio ma di un simbolo delle tante battaglie che la UILPA intraprende quotidianamente su tutto il territorio nazionale in difesa dei diritti dei lavoratori.