testata uilpait  

Apprendiamo con estrema soddisfazione l’iniziativa assunta dalla regione Umbria, per voce dell’assessore regionale alle infrastrutture Silvano Rometti, in merito alla nuova allocazione della Dogana sul territorio di Terni nella piastra logistica di Terni- Narni, in località Maratta.

L’allarme lanciato dalla UILPA Dogane nei giorni scorsi non era infondato e comunque la nuova sistemazione toglie ogni dubbio in ordine alla soppressione della dogana nel territorio ternano.

La Giunta regionale dell'Umbria ha deciso, infatti, di  concedere in comodato gratuito all’Agenzia delle dogane e dei monopoli, alcuni locali della palazzina servizi della  Piastra logistica di Terni-Narni, da utilizzare come sede per la sezione operativa territoriale di Terni.

Tale decisione costituisce una risposta positiva alle preoccupazioni manifestate dalla UILPA Dogane in ordine alla paventata soppressione della struttura doganale  sul territorio ternano e per il conseguente venir meno delle funzioni di assistenza e di erogazione dei servizi alle imprese ternane.

«Da un'indagine effettuata sul territorio nazionale – ha dichiarato l'Assessore Rometti – è emerso che la maggior parte delle piattaforme logistiche hanno al proprio interno un servizio doganale. In effetti non prevedere degli spazi per gli uffici doganali nell'ambito della piattaforma rischierebbe di svilirne la natura stessa che verrebbe in tal modo a movimentare solo merci nazionali. Inoltre, la previsione di uffici doganali potrebbe portare ad un recupero di posti di lavoro nell'indotto, alla locazione dei capannoni a case di spedizioni internazionali, alla costruzione di nuovi uffici e capannoni in zona».  

Secondo l’Assessore Rometti «la presenza di un'Agenzia delle Dogane presso la Piattaforma Logistica di Terni-Narni rappresenta un valore aggiunto perché, da una parte aumenterebbe l'interesse di case di spedizione e di spedizionieri doganali, dall'altra sicuramente, si andrà incontro alle esigenze, anche in termine di riduzione dei costi, delle aziende umbre che attualmente sostengono spese in altre regioni per effettuare operazioni doganali di importazione ed esportazione».

Si tratta, quindi, di un altro interporto in via di completamento, un’infrastruttura strategica per l’economia regionale umbra il cui avvio rappresenta un’opportunità di sviluppo economico ed occupazionale per l’intero comprensorio ternano oltre ad essere un volano per l’economia umbra.

La presenza della Sezione operativa doganale  sul territorio di Terni, oltre che a dare assistenza e fornire servizi alle già controllate imprese ternane, rappresenta un necessario punto di riferimento anche per molte imprese che si avvalgono di regimi doganali semplificati, come ad esempio la Thyssen Krupp Acciai Speciali Terni S.p.A., che la S.O.T. di Terni gestisce e controlla, proprio in virtù dell’utile collocazione nella città di Terni.

Il positivo epilogo della vicenda costituisce un valido esempio di quella tanto auspicata “buona politica”, necessaria al rilancio dello sviluppo e della competitività del nostro Paese, e di quello che dovrebbe essere il rapporto costruttivo tra sindacato e politica.  E’ dovere del Sindacato segnalare disfunzioni e malfunzionamenti suscettibili di  ripercussioni negative sui fruitori dei servizi e sull’attività degli operatori, ma è compito della politica ascoltare e porre in essere gli idonei rimedi, in un’ottica di collaborazione finalizzata esclusivamente al miglioramento dei servizi erogati alla collettività.

La UILPA Dogane si è attivata con grande tempestività e determinazione per arginare gli effetti  di tale problematica, consapevole che, in un momento così difficile per l’intera economia nazionale, l’apparato industriale e commerciale del territorio ternano, già tormentato dalla crisi economica,  non avrebbe potuto sostenere un intervento di spending review  suscettibile di mettere in discussione l’esistenza stessa della Sezione Operativa di Terni sul territorio.

Sarà cura della UILPA Dogane vigilare sul proseguo dell’intera vicenda a tutela degli attori coinvolti, imprese e  lavoratori. La presenza doganale sul territorio  è  e  resta fondamentale per lo sviluppo dell’economia nazionale ed europea: l’importante è che nessuno lo dimentichi.

In allegato il comunicato stampa del Segretario Nazionale della UILPA, Sandro Colombi.