testata uilpait  

COMUNICATO STAMPA DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, BENEDETTO ATTILI.

"Assolutamente eloquenti i dati riguardanti il settore del pubblico impiego, elaborati ed illustrati dalla Corte dei Conti nel Rapporto 2014 sul Coordinamento della finanza pubblica, presentato ieri al Senato". Lo afferma, in una nota, il Segretario Generale della UILPA, Benedetto Attili, il quale ha evidenziato "come la riduzione complessiva della spesa per i redditi da lavoro dipendente, che nell'ultimo triennio ha raggiunto i 4,6 punti percentuali, e quella degli occupati che, a partire dal 2008, ha superato i sei punti percentuali, confermino in toto le preoccupazioni da tempo espresse dalla nostra Organizzazione Sindacale".

"Scorrendo il rapporto", prosegue Attili, "si nota come la Corte dei Conti abbia reso palesi molte delle apprensioni che la UILPA ha più volte manifestato, soprattutto nell'assimilare tali risultanze agli effetti di misure severe ed eccezionali,   non replicabili all'infinito e solo in parte di carattere strutturale. Nel momento in cui", conclude Attili, "la stessa magistratura contabile arriva a sottolineare il ruolo determinante che le misure di contenimento della spesa hanno giocato nell'acuire le criticità e le debolezze del sistema del Pubblica Amministrazione in Italia, non possiamo che sollecitare ancora una volta il Governo a prendere atto di tali indicazioni ed a porre in atto gli opportuni rimedi, partendo dal rinnovo dei CCNL, cui la stessa Corte fa esplicito richiamo".

Roma, 5 giugno 2014