testata uilpait  

Nel comunicato di stampa in data odierna, che segue l’invio della nota congiunta inviata ieri ai Presidenti delle Camere e dei Gruppi parlamentari (vedi articolo 24.09.2013), Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa, nel ribadire le proprie posizioni, hanno sottolineato che: “E' evidente che la scelta di abbandonare al loro destino oltre 110mila persone in carne e ossa, fatta per un calcolo cinico, non possa che causare una reazione. Nel caso in cui il Parlamento e il Governo, per l'ennesima volta, non saranno in grado di produrre una proposta efficace e risolutiva valuteremo, assieme alle lavoratrici e ai lavoratori precari e non, tutte le iniziative necessarie da mettere in campo, compreso il ricorso a una mobilitazione generalizzata”.

In allegato il comunicato stampa completo.