LA UIL CONFERMA LA NETTA CONTRARIETA’ ALL’ULTERIORE BLOCCO DEI CONTRATTI

NEL PUBBLICO IMPIEGO

Si è svolto, nella giornata odierna, un incontro fra il Segretario Confederale della Uil, Antonio Foccillo, responsabile della contrattazione del Pubblico Impiego, ed i segretari generali delle categorie del Pubblico impiego, nel corso del quale particolare attenzione è stata dedicata alla questione della blocco della contrattazione, nei confronti del quale è stata ribadita una posizione univoca di netta contrarietà.

E’ necessario riaprire la stagione contrattuale per salvaguardare il potere di acquisto delle retribuzioni dei lavoratori pubblici. Per questo le categorie chiedono la modifica del decreto concernente la proroga del blocco della contrattazione nazionale e integrativa.

Si è deciso quindi di predisporre le piattaforme rivendicative per il rinnovo dei contratti relative al triennio normativo ed economico 2013-2015.

Inoltre la UIL   sta elaborando un dettagliato quadro degli  sperperi esistenti nella P.A., a partire dalle consulenze che possono esser sostituite con le professionalità già presenti nelle amministrazioni, al fine di individuare le risorse per finanziare il miglioramento dell’efficienza delle stesse e contemporaneamente valorizzare chi ci lavora.

Nel corso della riunione, è stato individuato un percorso di mobilitazione delle categorie del Pubblico Impiego, sul quale vi terremo informati, con la previsione di un attivo dei quadri e dei delegati Uil da tenersi nel mese di settembre.

Infine, la Uil proporrà a Cgil e a Cisl di indire una manifestazione unitaria per chiedere al Governo la riapertura delle trattative contrattuali nel settore pubblico.

In allegato il comunicato stampa con  la dichiarazione congiunta di Antonio Foccillo, segretario confederale UIL; Benedetto Attili, segretario generale UILPA; Alberto Civica, segretario Generale UILRUA; Massimo Di Menna, segretario generale UILSCUOLA; Giovanni Torluccio, segretario generale UILFPL.