testata uilpait  

Comunicato stampa Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa: “basta fughe in avanti e uscite estemporanee. Ministro Patroni Griffi e Governo rispettino intesa e ci convochino”.

 

In una nota congiunta i Segretari generali Rossana Dettori, Giovanni Faverin, Giovanni Torluccio e Benedetto Attili, lanciano un ultimatum al Governo: “ci sia un confronto vero e la si smetta di inquinare il clima sociale con le solite, stantie campagne contro il lavoro pubblico”.

 

Le scelte ipotizzate dal Governo investono in modo dirompente  l’organizzazione di alcune strutture strategiche della Pubblica  Amministrazione, con ricadute negative non soltanto sul rapporto di lavoro dei pubblici dipendenti ma anche sull’incisività, la fermezza, la continuità e la trasparenza dell’azione amministrativa in settori nodali per l’interesse della collettività e per la ripresa del Paese.  La lotta all’evasione fiscale, per la quale ci si aspettavano incisivi interventi, finalizzati all’aumento del gettito fiscale, qualora si dovesse procedere alla pseudo razionalizzazione delle Agenzie Fiscali nei termini illustrati dal Governo, subirà un grave arresto, con inevitabili ripercussioni negative sulla finanza pubblica e sul benessere di tutto il Paese, per far posto a misure propagandistiche che nulla hanno a che fare con una seria e condivisa riforma della Pubblica Amministrazione.

 

“Se il Governo intende davvero riformare gli apparati pubblici per agevolare la ripresa e modernizzare il Paese, troverà la nostra collaborazione. In caso contrario – conclude la nota - troverà la nostra ferma opposizione e la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici”.

 

In allegato il comunicato stampa.