Banner

Ministero del Lavoro – Resoconto dell’incontro unitario con la Ministra del lavoro del 22 maggio scorso

Ministero del lavoro

Si è svolto nel pomeriggio di ieri l’incontro con la Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, On.le Maria Elvira Calderone, che ha visto la partecipazione di rappresentanti dell’Amministrazione, di tutte le sigle sindacali e delle RSU elette.

In apertura la Ministra, dopo aver salutato e ringraziato tutte le OO.SS. partecipanti e reso noto di avere letto con attenzione tutte le richieste pervenute e i documenti sottoposti, ha introdotto le tematiche di maggiore urgenza e attualità inerenti all’organizzazione del lavoro e del personale e alla gestione della piena realizzazione della riorganizzazione in atto.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo ribadito la necessità di ampliare l’organico dei Dipartimenti e relative Direzioni Generali per affrontare le sfide sempre più grandi che l’Amministrazione è chiamata ad affrontare per evitare che i lavoratori presenti continuino ad essere schiacciati dal peso del troppo lavoro e delle elevate responsabilità; la necessità di garantire la crescita del personale attraverso le progressioni economiche orizzontali e verticali, con la previsione di posizioni per le elevate professionalità per valorizzare le competenze del personale e porre fine al continuo turnover; l’aumento del fondo risorse decentrate per garantire un salario accessorio pari a quello di altre amministrazioni di comparto utile anche alla definizione di reali e concrete politiche di welfare.

Abbiamo ribadito quanto sia essenziale rendere questo Ministero attrattivo per i nuovi assunti anche attraverso l’utilizzo di strumenti di lavoro agile che possano consentire una reale e piena realizzazione della conciliazione dei tempi di vita e lavoro, per favorire la mobilità sostenibile ed utilizzare al meglio gli investimenti fatti negli ultimi anni in termini di innovazione tecnologica.

A seguire sono stati ricordati tutti i risultati degli ultimi mesi raggiunti in accordo e con il confronto con le scriventi:

1) completamento del percorso delle progressioni economiche per l’anno 2023, con l’auspicio di avviare già dalle prossime settimane le PEO per il 2024;

2) importanti progressi per la stesura prossima dell’accordo sulle progressioni verticali in deroga, da portare a termine entro il 31 dicembre 2024, sempre mediante procedura completamente digitalizzata;

3) apertura del confronto sul lavoro a distanza, nelle forme del lavoro agile, del lavoro da remoto e coworking;

4) firma in data odierna del decreto di costituzione della commissione per le stabilizzazioni del personale PNRR, con procedure da chiudere entro il 15 giugno; si procederà poi con la stabilizzazione degli altri colleghi del PNRR e della Coesione-sud una volta che avranno maturato i requisiti;

5) Sul pagamento degli arretrati per la perequazione delle indennità all’ex personale ANPAL, per il quale non senza difficoltà sono state reperite le risorse, si dovrebbe arrivare al pagamento entro il mese di giugno.

A chiusura di tutti gli interventi la Ministra è nuovamente intervenuta impegnandosi formalmente su tutto quanto ci siamo detti nel corso dell’incontro. In particolare, manifestata la soddisfazione a fronte della qualità presente nei servizi ministeriali e nella consapevolezza dell’importanza della mission assegnata a questo Ministero, ha affermato di volere sostenere con forza nelle future prossime riunioni del CDM la necessità impellente di reperire nuove risorse volte all’incremento del FRD.

Inoltre, la Ministra si è impegnata ad una riconsiderazione complessiva delle forme di articolazione del lavoro, nell’ottica di una futura e possibile organizzazione delle postazioni di lavoro mediante rotazione del personale, obiettivo che richiede indubbiamente importanti investimenti. A tal fine il ricorso al lavoro a distanza resta uno strumento di fondamentale rilievo che una Amministrazione moderna e aperta alle future sfide imposte dall’inarrestabile sviluppo tecnologico e dai cambiamenti climatici non può ignorare.

Da parte nostra, prendiamo atto delle aperture del vertice politico sulle questioni da noi poste e aspettiamo che si traducano in fatti concreti. Di certo, è emerso come sia interesse di tutti che il Ministero inverta l’attuale emorragia di personale e per questo riteniamo che con le giuste pressioni si possano recuperare le risorse economiche necessarie per rendere più attrattiva la nostra Amministrazione.

Riguardo al lavoro a distanza, aspettiamo di partecipare al prossimo tavolo sindacale per poter vedere in che termini siano state accolte le aperture della Ministra.

FP CGIL                                                                      CISL FP                                                                                   UILPA

Alessandra Pone                                                       Michele Cavo                                                                         Ilaria Casali

Matteo Ariano                                                           Marco Sozzi                                                                           Orlando Grimaldi

Francesca De Rugeriis

 

Comunicato PDF: Unitario-del-22-maggio-2024

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti