Banner

Italia. Assegno Unico tra i più bassi d’Europa

Secondo le stime del 2021, l’Italia è la Nazione europea che rispetto alle prestazioni sociali elargite, ha l’AUU più basso (4,1%) preceduta da Paesi Bassi (4,6%) e Cipro (4,7%).

 

Se invece si guarda alla quota assoluta, si classifica tra le ultime. In questi anni l’aumento dell’invecchiamento della popolazione e il calo delle nascite hanno spinto i Paesi europei a stanziare fondi extra per mantenere stabile la situazione.

 

Infatti, dal 2011 al 2021 il numero medio dei figli per donna è rimasto praticamente immutato. Il problema sono stati i 347 miliardi utilizzati per renderlo possibile. Dai dati Eurostat nel 2021 ogni cittadino europeo ha ricevuto in media 777 euro, i cittadini italiani invece 385.

 

Ovviamente le cifre vanno comparate al costo della vita del paese specifico ma la differenza della metà dell’importo è un segno evidente della condizione italiana. La Nazione con il record pro-capite è il Lussemburgo con 3.611 euro, seguono Danimarca (1.858) e Germania (1.575).

 

Sul gradino più basso del podio Bulgaria, Grecia e Romania. Poco sopra l’Italia. Ora, dato che le stime risalgono al 2021, e il nuovo AUU inserito dal governo Draghi ha debuttato nel 2022, sarà interessante vedere il prossimo posizionamento sotto il governo Meloni.

 

Luca Colafrancesco, Ufficio comunicazione UILPA

 

Roma, 12 giugno2024

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti