Banner

Inps. Assegno unico: l’Osservatorio di febbraio 2023

È stato pubblicato l’Osservatorio statistico sull’Assegno unico e universale di febbraio, con i dati relativi alle domande presentate all’INPS dai cittadini, dai patronati e tramite Contact center dal 1° al 31 gennaio 2023 e ai pagamenti relativi al periodo marzo 2022-gennaio 2023.

A gennaio 2023 sono pervenute 52.900 domande di Assegno unico, riferite a 91.941 figli. Il numero dei richiedenti pagati è pari a 5.375.269, per 8.553.582 figli.

Con riferimento a gennaio, il 41,8% dei figli per i quali è richiesto il beneficio si concentra al Nord, al Sud vi è una consistenza appena inferiore (40,2%) mentre il 18% dei figli dei richiedenti risiede nel Centro Italia.

L’importo medio mensile per richiedente è di 239 euro, pari in media a 150 euro mensili per figlio.

Nel caso di percettori di Reddito di Cittadinanza, analizzando il numero di nuclei e i corrispondenti figli per i quali a gennaio 2023 sono state calcolate le integrazioni dovute al riconoscimento dell’Assegno unico, la spesa effettiva complessiva risulta di 58,7 milioni di euro, erogati a 340.524 nuclei al mese, con riferimento a 566.865 figli.

L’integrazione media per nucleo risulta pari a 173 euro al mese, mentre l’importo medio per ciascun figlio è di 104 euro.

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti