La UIL Pubblica Amministrazione esprime totale condivisione con quanto espresso dalla Segreteria Nazionale UIL nel comunicato del 20 settembre u.s.., nella piena consapevolezza che la grave crisi economica e finanziaria del Paese va affrontata puntando anche sulla crescita.

 

Si ribadisce la necessità di interventi, ormai improcrastinabili, che non siano finalizzati soltanto al mero contenimento della spesa, nella primaria convinzione che misure volte solo alla riduzione del debito e al conseguimento dell'obiettivo del pareggio di bilancio, seppure indispensabili, non possono costituire, da sole, misure sufficienti  a risalire la china.

 

Urgono le riforme, in primo luogo quella fiscale, affinchè mediante una redistribuzione della ricchezza si possa innescare la ripresa dei consumi.  Nel comunicato, che riportiamo in allegato,  la UIL, auspica la compartecipazione  dei sindacati confederali  e di tutte le organizzazioni, federazioni e associazioni che rappresentano i lavoratori dipendenti e i pensionati, affinchè la battaglia per realizzare lo spostamento dell carico fiscale venga realizzata con successo.

 

La Uil continua nella sua strada: varie sono le azioni e le manifestazioni che si svolgeranno al Nord, al Centro e al Sud del Paese. In particolare per i settori della Pubblica Amministrazione è stato proclamato lo sciopero generale per l'intera giornata del 28 ottobre p.v.. Continueremo a rivendicare immediati e seri interventi finalizzati alla reale riduzione dei costi della politica e all'eliminazione degli  sprechi attaverso una razionalizzazione vera ed efficace della spesa pubblica.

raceforthecure