Banner

I dati ISTAT sulla povertà lavorativa in Italia

Pubblichiamo il testo della memoria che l’ISTAT ha depositato alla Camera in occasione dell’audizione avvenuta presso la Commissione Lavoro sul disegno di legge AC1275, concernente l’istituzione del salario minimo legale, avvenuta l’11 luglio scorso. Anticipiamo in sintesi alcuni dati sulla povertà lavorativa forniti dall’Istituto:

 

– tra il 2000 e il 2022 i lavoratori con tipologie di lavoro “standard” (dipendenti a tempo indeterminato e autonomi con dipendenti) sono scese dal 65% al 59,9%;

 

– i lavoratori con tipologie “non-standard” (dove cioé mancano uno o più elementi che caratterizzano il lavoro tradizionale, quali: regolarità, requisiti assicurativi minimi e copertura assicurativa generalizzata, adeguato livello di protezione sociale in caso di perdita di lavoro o congrua contribuzione pensionistica, ecc.) nel 2022 ammontano a circa 5 milioni;

 

– i lavoratori dipendenti a termine sono passati da 1,5 a oltre 3 milioni nel periodo dal 1990 al 2022; di essi, quasi la metà ha contratti inferiori a 6 mesi

 

– tra il 2000 e il 2022 gli occupati part-time sono saliti dal 12% al 18%;

 

– nel 2022, il 20,1% delle persone residenti in Italia vivono in famiglie a rischio di povertà (circa 11 milioni e 800mila individui), cioé con un reddito familiare inferiore al 60% di quello mediano;

 

– quasi la metà dei dipendenti a bassa retribuzione è concentrato in tre specifici settori: servizi di alloggio e ristorazione, servizi di supporto alle imprese (in prevalenza agenzie interinali e imprese di pulizia) e servizi alla persona (di cura, intrattenimento, istruzione);

 

– i rapporti con retribuzione oraria inferiore a 9 euro lordi sono quasi un quinto del totale (18,2%, circa 3,6 milioni di rapporti) e coinvolgono circa 3 milioni di lavoratori. I rapporti con retribuzione inferiore a 10 euro sono pari al 30,6% (per un totale di poco più di 6 milioni) e coinvolgono quasi 5,2 milioni di lavoratori.

 

leg19.com11.Audizioni.Memoria.PUBBLICO.ideGes.12935.26-07-2023-17-23-08.834

 

 

 

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti