testata uilpait  

Cerca

- LAVORO PUBBLICO - SEGRETARIO COMUNALE E PROVINCIALE - MOBILITA' VERSO ALTRE AMMINISTRAZIONI - DISPARITA' DI TRATTAMENTO - ART. 1, COMMA 49, LEGGE N. 311 DEL 2004 - PORTATA - QUESTIONE DI MASSIMA DI PARTICOLARE IMPORTANZA-- Ordinanza interlocutoria n. 6369 del 30/03/2015- www.cortedicassazione.it

- ADUNANZE PLENARIE: PROCESSO & CONCORSI PUBBLICI: il principio dispositivo prevale sulle conseguenze pregiudizievoli per i controinteressati (Ad. Plen., sentenza 13 aprile 2015, n. 4)- amministrativista20.blogspot.it

- Sul trapianto di capelli, diverso da quanto pattuito Cass. III civile, sentenza 13 aprile 2015, n. 7374- www.ricercagiuridica.com

- Scriminanti culturali: ancora un ‘no’ da parte della Cassazione – Cass. Pen. 14960/2015-Cassazione Penale, Sez. III, 13 aprile 2015- www.giurisprudenzapenale.com

- La Cassazione sul sequestro di prodotti biologici taroccati (sent. pen. 14.4.2015 n. 15249)- www.amministrativo.it

- Anche possedere un 'martelletto' può essere reato. Lo dice la Cassazione-commento sentenza 17428/2015-/www.studiocataldi.it

-A nche possedere un 'martelletto' può essere reato. Lo dice la Cassazione- testo sentenza 17428/2015-/www.studiocataldi.it

- L'artigiano va considerato un normale imprenditore commerciale, come tale sottoposto alle procedure concorsuali-Corte di Cassazione, Sezione U civile, Sentenza 20 marzo 2015, n. 5685- www.101professionisti.it

- Se le Poste non recapitano una raccomandata devono risarcire il danno che ne deriva al destinatario.Corte di Cassazione, Sezione 3 civile, Sentenza 7 aprile 2015, n. 6899- www.101professionisti.it

- Licenziamenti collettivi: il requisito della contestualità della comunicazione del recesso al lavoratore, alle organizzazioni sindacali e ai competenti uffici del lavoro, richiesto a pena d'inefficacia del licenziamento medesimo, non può che essere valutato, in una procedura temporalmente cadenzata, in modo rigido ed analitico, e con termini molto ristretti, nel senso di una necessaria ed ineliminabile contemporaneità delle due comunicazioni la cui mancanza, solo se sostenuta da giustificati motivi di natura oggettiva, da comprovare dal datore di lavoro, può non determinarne l'inefficacia.Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza 14 gennaio – 29 aprile 2015, n. 8680- www.avvocatocivilista.net