Banner

Bombardieri. Nel nostro Paese non si fanno scelte di politica industriale

Pierpaolo Bombardieri, Segretario generale UIL

Il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, ha partecipato questo pomeriggio alle celebrazioni per il decennale della Uiltec, la categoria nata dalla fusione della Uilcem (chimica, energia e manifatturiero) e della Uilta (tessile e abbigliamento). Tema centrale, le politiche industriali.

 

“Da tempo – ha ricordato Bombardieri – sosteniamo che nel nostro Paese non si fanno scelte sugli asset strategici e sulle politiche industriali. I singoli Paesi, all’interno dell’Europa, e anche gli Stati Uniti d’America, ad esempio, intervengono con risorse a sostegno della trasformazione delle aziende, nell’ottica della transizione climatica ed energetica: noi, invece, ancora viviamo nelle nebbie. Non abbiamo chiare le idee su come affronteremo questo percorso e su come aiuteremo le aziende, e, di conseguenza, le lavoratrici e i lavoratori, a superare questo periodo di crisi e di cambiamento. Peraltro – ha proseguito il leader della Uil – il Green Deal prevede la possibilità di usare, in Europa, risorse per 17 miliardi e, di queste, solo 900 milioni sono a disposizione dell’Italia, per far sì che ci sia una sostenibilità sociale delle misure che saranno assunte. Noi – ha concluso Bombardieri – continuiamo a chiedere che l’Europa si faccia carico di questa transizione, utilizzando bond europei e intervenendo con un nuovo programma Sure: lo rivendichi anche il nostro Paese e faccia scelte chiare”.

Sito realizzato
dall’
Ufficio comunicazione UILPA

Contatore siti