All'interno dei dosseir che si discutono in sede di Commissione Europea c'è anche il tema della trasparenza fiscale delle multinazionali. Ci sta molto a cuore, perché una seria poltica di contrasto alle disuguaglianze passa senz'latro anche dalla condivisione delle informazioni. E proprio le informazioni sono l'aspetto più latitante. Alcune corporation utilizzano dati parziali e mascherano lauti profitti dietro crisi aziendali o accampano difficoltà economiche per non garantire contratti e salari adeguati ai lavoratori delle filiali situate in diversi Paesi. La battaglia sul CBCR (Country-By-Country Reporting, ovvero rendicontazione pubblica Paese per Paese) pertanto è fondamentale e va supportata. Con i Dipartimenti Internazionali della UIL FPL e della Funzione Pubblica di CGIL e CISL abbiamo inviato un appello al Ministro dell'Economia, dott. Daniele Franco, affinché l'Italia sostenga questa battaglia nei consessi europei ed internazionali; abbiamo, in sostanza, ribadito l'invito formulato a suo tempo dai Segretari Generali di categoria delle Organizzazioni Sindacali coinvolte.